Riscaldamento a pavimento: vantaggi

riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento sia quando è installato in casa che in ufficio può portare a sostanziali miglioramenti in termini di costi, manutenzione e flessibilità. Per tale motivo sempre più persone optano per questa soluzione che offre anche una serie di vantaggi e tutti degni di essere analizzati a fondo.

Cosa si intende per riscaldamento a pavimento?

Il riscaldamento a pavimento è un mezzo per rendere confortevole un’intera proprietà attraverso l’installazione di tubi al di sotto di una qualsiasi superficie calpestabile e che trasportano acqua calda per irradiare calore nelle varie stanze. Premesso ciò, alla domanda perché il riscaldamento a pavimento è diverso da quello dei normali radiatori, la risposta è semplice e concisa. I radiatori si basano su correnti di convezione. Il riscaldamento a pavimento, invece, irradia calore che mira a riscaldare la stanza, consentendo di sentirne maggiormente il beneficio specie nelle giornate più fredde dell’anno.

Il comfort offerto dal riscaldamento a pavimento

Un primo vantaggio offerto consiste nel fatto che è possibile ottenere un livello di calore uniformemente distribuito e confortevole. C’è, infatti, la possibilità di controllare la temperatura con un termostato. Con i termosifoni classici invece a volte il livello di calore è piuttosto fastidioso e anche l’aria si secca. La tipologia di calore radiante a pavimento al contrario conserva l’umidità nell’aria. In questo modo sono creati i presupposti per godere di un’atmosfera più confortevole e salutare. L’aria troppo secca, infatti, può creare problemi specie nei soggetti asmatici.

Detto ciò, va altresì aggiunto che la comodità di questo impianto risiede tra l’altro nella sua capacità di soddisfare le varie esigenze in modo efficiente e soprattutto economico in termini di posa, e che si traduce poi in un sostanziale risparmio energetico visto che le calorie sviluppate si mantengono a livelli soddisfacenti anche ad impianto spento.

I costi di gestione minimi

Per quanto riguarda i termostati utilizzati in combinazione con il riscaldamento a pavimento, va subito detto che si differenziano da quelli convenzionali dove generalmente ne è presente un solo centralizzato. Con il riscaldamento a pavimento è possibile invece programmare comodamente le singole temperature della stanza, il che significa che non è necessario riscaldare inutilmente alcuni ambienti ed è possibile persino controllare la programmazione dal proprio smartphone. Il risultato quindi non è visibile solo in termini di miglioramento del livello di comfort, ma è legato anche al fattore risparmio energetico e ai costi indubbiamente molto più gestibili.

La manutenzione limitata del riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento richiede una manutenzione limitata una volta installato. Infatti, effettuando un test di pressione per eliminare la possibilità di perdite, si può quindi essere certi che i tubi sottopavimento non dovranno essere rimossi una volta posati correttamente. La manutenzione di questa tipologia di impianto è quindi davvero minima, e di conseguenza non ci sono costi legati a riparazioni che i classici radiatori invece richiedono spesso e con un sostanziale esborso di denaro che va ad aggiungersi ai costi fissi della bolletta. Optare quindi per la posa di un riscaldamento a pavimento significa ottenere molti vantaggi, specie se il lavoro è eseguito nel rispetto delle normative vigenti e con un alto standard qualitativo.

Vuoi saperne di più?

Servizi correlati