Impianti di riscaldamento autonomi: vantaggi

impianti di riscaldamento autonomi

Decidere quale tipologia di impianti di riscaldamento installare per un edificio di nuova costruzione o per un edificio che si intende ristrutturare e modernizzare non deve essere una scelta fatta in modo superficiale. Deve essere, infatti, una scelta basata su:

  • i bisogni di chi vive quell’abitazione
  • il rispetto dell’ambiente
  • il risparmio economico.

L‘impianto di riscaldamento autonomo offre il vantaggio dell’indipendenza nella scelta della tipologia d’impianto e nell’autonomia d’uso dell’impianto di riscaldamento, legato alle proprie esigenze.
Un impianto di tipo autonomo, eseguito con le tecnologie più efficienti e moderne, garantisce:

  • un confort altissimo
  • una riduzione delle bollette
  • la massima protezione per l’ambiente.

Per scegliere le soluzioni più funzionali è bene non improvvisare, ma affidarsi a chi può vantare esperienza in questo settore tecnologico e può garantire una certificata specializzazione nella realizzazione e nella manutenzione di impianti di riscaldamento.

Impianti di riscaldamento autonomi: le soluzioni migliori

E’ bene conoscere in modo specifico le diverse tipologie di impianti di riscaldamento autonomo, evidenziandone le caratteristiche tecniche, i vantaggi e indicando se tale tipologia è la più funzionale al tipo di abitazione nel quale verrà impiantato.

  • Caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione di ultima generazione sono in grado di effettuare un recupero significativo della quota del calore che è contenuto, ad esempio, nei fumi di scarico, che non viene disperso nell’ambiente, ma viene riutilizzato per il riscaldamento. Quindi, le emissioni di CO2 si riducono notevolmente e le prestazioni sono elevate. In questo modo si avrà una maggiore resa energetica e un consistente risparmio in bolletta.

Ogni tipologia di impianto, dunque, ha i suoi vantaggi e ha risultati in termini di efficacia, di rispetto ambientale e di risparmio economico. Si tratta, infatti, di fattori di riferimento più importanti quando si sceglie come tenere al caldo la propria abitazione.

  • Pompa di calore

Questa tipologia di impianto ha il pregio di poter essere utilizzato per riscaldare d’inverno e rinfrescare d’estate. Per ridurre le spese energetiche al minimo, aumentando al massimo gli effetti della pompa di calore, si può optare all’abbinamento con un impianto di riscaldamento a terra o a radiatori di bassa temperatura, che combineranno i loro effetti per un confort elevato e una riduzione dei costi.

  • Impianto solare (termico e fotovoltaico)

Sfruttando il calore rinnovabile della risorsa gratuita fornita dal sole, grazie a impianti termici o fotovoltaici, si può ottenere acqua calda e si possono integrare gli impianti di riscaldamento scelti. L’impianto fotovoltaico fornisce l’energia elettrica, per alimentare gli impianti elettrici, riducendo i costi addebitati dai gestori e rispettando l’ambiente. In tal modo l’abitazione diventerà un edificio passivo. Avrà, cioè, un fabbisogno energetico molto basso o addirittura nullo, i cui bisogni sono soddisfatti da fonti rinnovabili gratuite e eco-friendly.

Vuoi saperne di più?

Servizi correlati