Fotovoltaico ed ecobonus 110%

fotovoltaico

La fornitura e l’installazione di un impianto fotovoltaico rientra tra gli interventi di efficientamento energetico proposti dal Superbonus introdotto quest’anno dal Decreto Rilancio.

Si tratta di lavori che possono essere effettuati per tutto il 2020 fino al mese di dicembre del 2021. Vediamo insieme come funziona e chi può usufruirne.

Per accedere al Superbonus cosa è necessario?

Per ottenere gli incentivi non basta solo l’installazione di un impianto fotovoltaico e i suoi relativi sistemi di accumulo integrati. Questi interventi devono infatti essere subordinati a lavori di isolamento termico.

Tra questi rientrano per esempio:

  • l’installazione di cappotto termico su almeno il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare. Sia negli interni di edifici plurifamiliari, sia su unità indipendenti con accesso autonomo dall’esterno;
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti (sia condomini che edifici unifamiliari) con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, a pompa di calore, ibridi o geotermici.

Inoltre, l’impianto fotovoltaico installato dovrà essere collegato alla rete pubblica e dovrà essere ceduto in favore del Gestore dei Servizi Energetici (il GSE). I lavori possono essere eseguiti sia sulle prime che sulle seconde case.

Un altro requisito molto importante per usufruire dell’ecobonus 110% è l’ottenimento di una certificazione energetica (APE) che assicuri che i lavori effettuati abbiamo migliorato la classe energetica dell’immobile di almeno due classi. Per ottenere questa certificazione è importante documentare la situazione energetica prima e dopo i lavori. Possono contribuire al miglioramento della classe energetica altri interventi complementari come la sostituzione degli infissi, l’installazione del solare termico o altri sistemi innovativi per l’utilizzo e la produzione di energie rinnovabili. Per queste tipologie di interventi è possibile usufruire di incentivi del 65% o del 50%.

Qual è il massimale per il fotovoltaico?

Il limite di spesa per l’installazione di un impianto solare fotovoltaico e di accumulo è di 1.600 euro per ogni KW di potenza nominale fino ad un massimo di 48,000 euro. La detrazione non è cumulabile con altra agevolazioni in vigore.

Chi può richiedere l’accesso all’ecobonus?

Possono usufruire del superbonus:

  • i soggetti facente parte di un condominio;
  • le persone fisiche su unità immobiliari (per un massimo di due unità e sulle parti comuni).

L’incentivo può essere richiesto dai soggetti che possiedono o detengono l’immobile su cui verranno effettuati gli interventi di efficientamento energetico o sismico. Rientrano in queste categorie il proprietario, il nudo proprietario, titolare di altro diritto di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), detentore dell’immobile con regolare contratto.

Possono richiedere il bonus anche gli istituti autonomi, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, organizzazioni non lucrative e associazioni sportive (per interventi limitati solo ad alcuni spazi).

Non possono usufruire del bonus le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A9, ovvero le abitazioni di tipo signorile, la abitazioni in ville, i castelli ed i palazzi di eminenti pregi artistici o storici.

Per qualsiasi informazione relativa all’installazione degli impianti fotovoltaici e all’ecobonus, puoi richiedere la nostra consulenza. Saremo felici di mettere in campo tutta la nostra professionale esperienza per dare vita ai tuoi progetti.

Richiedi la tua consulenza